termograficaIn Terras offre inoltre le più avanzate tecniche di indagine non distruttive, in particolare si è specializzata nella termografia a infrarosso. Essa rappresenta infatti un importante strumento di analisi e conoscenza del manufatto architettonico tanto da trovare sempre maggiore applicazione nel settore dei Beni Culturali.

L’indagine termografica permette infatti di ricostruire in modo rapido le diverse fasi di trasformazione di alcuni edifici, contribuendo ad una anamnesi ricostruttiva delle strutture architettoniche. In particolare, consente di evidenziare le diverse risposte in temperatura causate da differenze di conducibilità e di capacità termiche tra materiali posti entro i primi cm all’interno della parete.
In questo modo fornisce preziose informazioni riguardo alle trasformazioni subite dal manufatto architettonico grazie all’evidenziazione delle discontinuità delle caratteristiche fisico-termiche dei materiali costituenti i primi centimetri del paramento murario non a vista. La differenza di “risposta” alla sollecitazione termica di materiali quali legno, mattoni, pietra e della malta di allettamento fra conci può quindi facilmente essere visualizzata mediante l’impronta che essi proiettano sullo strato di intonaco che ne copre la vista.
Vengono generate delle mappe, in falsi colori, rappresentative delle zone indagate. Queste mappe associano ad una temperatura rilevata un colore corrispondente.La sensibilità dell’apparecchiatura può arrivare anche ad alcuni centesimi di grado. La mappatura della temperatura superficiale è fondamentale per poter valutare lo stato di conservazione dei materiali stessi.Anomalie sulla distribuzione delle temperature denunciano problematiche in atto sull’edificio o sull’impianto tecnologico analizzato.

Condividi: